Portfolio Categories: Installazione and Performance.

Ingoia è un viaggio introspettivo che prende forma in un dialogo di sfida tra espressioni artistiche. Una installazione e una performance teatrale che si modellano in pensiero unico in un ambiente cubico spigoloso, esploso a costruire uno spazio viscerale dai toni cupi e netti, senza via di uscita. Bianconiglio e Francescopaolo Isidoro elaborano una reazione racchiusa nel potere del gesto, in un processo di deformazione fisiognomica, invocato dalla tecnica attoriale di Ilaria Cappelluti e Guido Silveri – i due protagonisti in scena. Attraverso l’operato degli artisti, maschio e femmina, si tenta di indagare, in un tempo tecnico, l’ES freudiano e il sentimento umano, in una riflessione sul concetto di male e sulla sua capacità di sviluppare momenti di castrazione, asfissia, immobilità psicologica e rinascita. In un secondo atto il “palcoscenico” si trasformerà in struttura relazionale aperta, pronta a ospitare i visitatori facendoli divenire interpreti fuori dal tempo di, e in, una scatola immaginaria emotiva. (A.T.)

 

 

Bianconiglio e Francescopaolo Isidoro
Pittore/Regista teatrale

Ingoia, 2014
Olio su tela, cubo in legno, argilla, plastica trasparente
cm 200 x 150
cm 300 x 300 x 300

 Foto di Peter Ranalli e Caterina De Nicola