iolandadibonaventura

Iolanda Di Bonaventura è nata a L’Aquila nel 1993. Vive e lavora tra L’Aquila, Pescara, Roma e Torino.
E’ fotografa e videomaker e la sua poetica ha una matrice espressiva radicata nella storia dell’arte. Esordisce a 16 anni con la graphic – novel Tre giorni (Arkhé, 2010), cui segue L’Esistenza degli Altri (Arkhé, 2011). Ha partecipato a numerose mostre, tra cui: Dinamiche Contemporanee a cura di Annamaria Cirillo, Aurum, Pescara (2011); Apertamente a cura di Andrea Oppenheimer, Lucia Zappacosta e Jane Katarina di Renzo, Palazzo Palladini Biondi, Pescina – Palazzo e INGV, L’Aquila (2013); Rediscover – Documenti degli anni ’70 per la stagione in atto a cura di Lucia Zappacosta e Renato Bianchini, Alviani ArtSpace, Aurum, Pescara (2013). E’ stata selezionata per Shingle22J – IV Biennale di Anzio e Nettuno in collaborazione con Centro Sperimentale di Cinematografia e Ambasciata del Giappone (2013). E’ stata seconda classificata al Satura ArtPrize 2013 di Genova (sezione fotografia); nello stesso anno il suo cortometraggio Gretel è premiato al concorso “Bookciak, azione” in occasione delle Giornate degli Autori – 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia – con una giuria presieduta da Ettore Scola, Citto Maselli, Gianluca Arcopinto e Ugo Gregoretti. (A.T.)

Opera

top